Le onde elettromagnetiche agiscono sulla pelle rigenerando collagene, acido ialuronico ed elastina.

Contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo, come rughe, zampe di gallina e rilassamento della pelle, e ridurre lo strato adiposo, le smagliature e la cellulite in modo non invasivo e indolore è il sogno di molte donne, ma anche uomini, che non rinunciano alla propria bellezza e cura estetica. La radiofrequenza (RF) viene incontro a questa esigenza attraverso strumentazioni mediche che consentono ad un’onda magnetica ad alta frequenza di penetrare nella pelle stimolando la rigenerazione di collagene dallo strato più profondo dell’epidermide.

Il trattamento di radiofrequenza estetica dura circa 30 minuti e agisce sulla pelle per ringiovanirla e ridarle elasticità e compattezza. Per rendersi conto dell’efficacia di questa tecnica basti pensare che in medicina la radiofrequenza viene utilizzata per interventi su antiestetiche cicatrici a seguito di operazioni complesse, ferite, acne e addirittura per contrastare il dolore cronico con il supporto dei farmaci prescritti dal medico.

Tornando alla radiofrequenza estetica, la sensazione provata al momento dell’applicazione è di intenso calore dovuto alla nuova produzione di acido ialuronico, collagene ed elastina che crea un effetto di lifting naturale sull’epidermide.

Bastano già due sedute per notare i primi risultati della radiofrequenza: tonificazione, ossigenazione, idratazione, effetto fresco e giovane della pelle del viso o delle parti del corpo interessate. Solitamente si consigliano dalle 6 alle 8 sedute per una o due volte al mese.

Gli effetti collaterali della radiofrequenza sono minimi ma il trattamento è sconsigliato a donne incinta e in allattamento, a chi ha problemi cardiaci e dermatologici, quali psoriasi e dermatite, infezioni cutanee e malattie autoimmuni.

Se non rientrate in queste categorie di persone dunque non abbiate timore se dopo una seduta di radiofrequenza noterete un arrossamento e un calore leggermente fastidioso sulla zona trattata perché è del tutto normale e di breve durata. L’unico consiglio da seguire è applicare una buona crema solare idratante sulle zone che rimangono nude ed esposte ai raggi UV per evitare macchie e irritazioni.